Oggi dopo tre anni decido di scrivere due righe per Michele…

21 febbraio 2011


Pensando a Michele

Pensando a Michele

Ho conosciuto Michele nel 2000, avevo 20 anni ed esponevo alcune foto ad una mostra collettiva al Piccolo Teatro.
A lui, lì per caso, sono piaciute moltissimo, così siamo diventati amici.
Se andavo da qualche parte, mi mandava sempre la lista delle cose più belle, da fare e da vedere, del resto lui, molto più grande di me, aveva già girato il mondo.


Ogni due anni circa mi commissionava un lavoro, una foto da regalare a qualche amico. Io non fotografavo più da tempo ormai, ma per lui riprendevo in mano foto e colori, solo perché lui credeva nel mio potenziale.
Sul serio, Michele è stato una delle persone che più ha creduto in me, non so perché, si fidava punto e basta. Per questo ancora lo ringrazio.

L’ho incontrato l’ultima volta al Cape Town a Milano, sarei andata due giorni dopo a NY, e da lì ho ricevuto una sua foto, finalmente papà, con Federico sulla pancia. E qualche mese dopo la mail definitiva.

Ero in biblioteca, ho pianto, mi sentivo molto sola non avendo nessuno con cui condividere il mio lutto, io e Michele non avevamo nessun amico in comune. Troppo lontana per andare al funerale, avrei voluto conoscere i suoi amici, dire anch’io sono una di voi. Anche a me Michele ha dato tanto, anche se di Africa e scalate in montagna ho solo sentito i racconti.

Scrivo ora questa mail perché ultimamente mi è venuto in mente spesso e ho pensato che qualcosa in proposito andasse fatto. E finalmente ho avuto il coraggio di farmi avanti.
Un abbraccio a voi e a Federico

Francesca

2 Responses to “Oggi dopo tre anni decido di scrivere due righe per Michele…”

  1. MAB Says:

    Ti penso spesso e mi manchi tanto!
    Stamattina il mio primo pensiero è stato per te!IO C’ERO!!!!!!CHE MALE! Lo ricordo come se fosse ieri!
    Ma oggi nel “tuo” giorno, mi hai fatto un regalo e tu sai cosa! Grazie perchè mi stai vicino.

  2. gian Mario Says:

    Teniamoci qualche segreto: anche in me hai sempre creduto
    e qualcosa insieme abbiamo fatto, dal Madagascar a Sarajevo
    e ancora ci ricordano. Perdindirindina! mi è capitato a caso

    questa pagina, nella vecchia e semiabbandonata email che ci ha
    visti protagonisti e amici in simpatiche e avventurose esperienze,
    e mi spunta il tuo volto sempre sorridente. E non sono servite a niente
    tutte quelle esperienze che ho fatto perchè rimani l’unico, in questo pianeta
    che abbiamo amato, a farmi emozionare e a riuscire a farmi piangere, proprio mentre ti
    sto parlando; e tu piacevole chiacchierone non sei da meno e irrompi dalla finestra
    spalancata con un’improvvisa pioggia di primo luglio a catinelle. A presto caro e vecchio amico.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: