I 18 anni di Chiara

28 settembre 2010


L'invito al diciottesimo di Chiara, concept by MDG

 

Riceviamo questo contributo da Chiara:

+++

Descrivere Michele in poche righe è davvero difficile, ma ancora più difficile è avere la forza di ricordare i bei momenti con lui . Ad ogni modo…

Conosco Michele da quando sono nata, è il figlio di amici dei miei genitori. Il primo vero “contatto” con lui avviene in occasione del mio 18mo compleanno. Ci chiediamo in famiglia  chi possa aiutarci nell’organizzazione di una festa d’eccezione, e subito si pensa a Michele.

Già dal primo appuntamento si dimostra un vulcano di idee, comincia a sfogliare album di famiglia alla ricerca di foto mie da piccola. Poi ne trova una (a suo avviso stupenda) e pensa che quella sarà l’invito (poi pensiamo al titolo, mi dice).

Penso a tutto io, dice a me e mia mamma, ci da consigli sul buffet (meglio una grosso pezzo di parmigiano reggiano dove tutti possono spiluccare) ordinando cibi dai suoi fornitori di fiducia, ma ciò che è importante, ci dice, sono le bevande e soprattutto la musica.

“è chiaro che si tratta di Chiara…i 18 anni di Chiara, ovviamente a casa di Chiara”… questo era l’invito con una mia foto di quando ero piccola. Ne stampammo tantissimi.

La festa fu qualcosa di grandioso, non solo perché come DJ c’era proprio Michele, che è il re della musica, coadiuvato dal suo amico di sempre, ma perché in casa mia c’erano più di 100 persone. Michele aveva allargato l’invito a qualche amico. Bè era l’insieme di tutte le generazioni, dai diciottenni, miei coetanei, ai 30/40 enni.

Ancora oggi, che sono passati più di 10 anni, qualcuno mi incontra e mi dice “la tua festa dei 18anni è stata la più bella festa a cui abbia mai partecipato”.

E anch’io lo credo. Dopo il successo della mia festa, decretai Michele come il miglior organizzatore di eventi. Lavorammo insieme per altri lavoretti e lui è sempre stato il migliore. Mi invitò a diversi eventi organizzati da lui e l’ultimo, a Napoli, dove vivo attualmente, dove era team builder per una nota azienda.

Lui era l’unico, il migliore organizzatore che abbia mai conosciuto, ma soprattutto era Michele, sempre pronto ad ascoltarti, consigliarti, aiutarti, il fratello e l’amico che ognuno di noi avrebbe voluto nella vita.

Mi manchi da morire…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: