Michele, cosa ne diresti di un volo orbitale nello Spazio?

15 ottobre 2009


Iniziò proprio così la nostra conversazione al telefono qualche anno fa, non ricordo bene le date, forse nel Giugno 2004…e dall’altro capo del telefono ci fu un attimo di silenzio. Dopo qualche secondo mi dice: “Matteo, dobbiamo vederci, dammi il tuo indirizzo che non l’ho segnato, vi raggiungo anche subito”!

E così organizzammo un pranzo per parlarne, questa volta però non a casa sua, andammo al Bar Bianco, al Parco Sempione. Ricordo ancora che arrivò sotto l’ufficio qui in Bramante in sella alla sua BMW con ai piedi dei sandali tipo Birkenstock e, senza essere stupito del tipo di calzatura indossata da Michele- tanto ormai ci ero abituato, conoscendolo – subito mi chiesi: “ma come farà a cambiare le marce senza farsi del male? questo torna a casa che come minimo ha il dorso del piede sinistro rosso e pelato che di più arriverebbe a sanguinare”!

Eravamo in tre, mio fratello Andrea compreso, in quanto parte integrante del progetto e seduti al tavolino cominciammo ad esporgli la cosa: “dunque Michele, c’è la possibilità di fare un volo orbitale nello Spazio, decollo da Baikonour, Russia, su una Soyuz con a bordo un cosmonauta comandante russo, un astronauta americano e un turista spaziale pagante che potresti essere tu, dieci giorni a bordo della ISS (la Stazione Spaziale Internazionale) orbitante a 320 Km di altezza sopra le nostre teste, un’orbita intorno alla Terra ogni 90 minuti alla velocità di 27.200 Km/h, assisteresti a 16 tramonti e altrettante albe nell’arco di ventiquattro ore, diventeresti uno dei cinquecento fortunati che hanno visto la Terra nella sua bellezza dallo Spazio e non solo nelle foto. E il tutto in gravità zero,vuol dire che galleggerai libero all’interno della ISS, in totale e assoluta mancanza di peso!”

Un’avventura incredibile, gli americani la definiscono: The Ultimate. Due soli ostacoli: il prezzo (all’epoca 20 milioni di $) e l’addestramento che dura sei mesi, sei mesi a Star City, Russia, con ritorno di tanto in tanto a casa. E continuando: “volendo, Michele, ci sarebbe anche la possibilità di una EVA (Extra Vehicular Activity, ndr), ovvero quella che più comunemente chiamiamo Passeggiata Spaziale. Sì…sì…hai capito bene, potresti uscire dalla ISS e trascorrere qualche minuto nello Spazio e…garantito, pochi astronauti hanno avuto l’opportunità di fare una cosa del genere. Certo, costerebbe qualcosa in più!”

Mentre gli raccontavamo in dettaglio il potenziale volo orbitale, gli occhi di Michele si stralunavano, gli si apriva in viso un sorriso sempre più ampio, quasi incredulo di fronte a quello che stava ascoltando, anzi avrebbe forse dato del matto a chi aveva davanti, se non fossimo stati noi che ci conosceva da una vita a proporglielo e mentre proseguivamo nel racconto, percepivo che la sua mente stava elaborando, andava già oltre, anzi era già affannosamente alla ricerca dei nominativi che avrebbero potuto sponsorizzare una missione del genere. Perchè a questo volevamo arrivare, il vero obiettivo del progetto era renderlo una missione interamente sponsorizzata da aziende private e Michele poteva essere veramente il candidato giusto, con tutte le avventure che aveva già compiuto in giro per il mondo. Poteva diventare il Primo Esploratore Privato italiano a volare nello Spazio e a soggiornarci per dieci giorni.

Nei mesi a seguire ci fu poi tutta una serie di esplorazione contatti da parte sua, perorammo la sua causa proponendo la sua persona ai nostri di contatti e magari un giorno non troppo lontano ci sarebbe anche riuscito, avremmo forse visto Michele in questa veste…

digio space 1

P.S. Ringrazio il mio amico Massimo, nonchè ex-compagno di scuola di mdg, per il foto-montaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: